Libri di maglia in italiano, recensione di "Lavorare a maglia per negati", un libro per imparare le basi.





#chinonmuoresirivede

Lo soooo...
Ma viggiuro che ho dei buoni motivi per essere latitante.

Torniamo a noi: da tempo volevo lavorare ad una serie di post con argomento "libri di maglia in italiano".
Ho pensato a tutte quelle persone che vogliono imparare a lavorare a maglia, o vogliono migliorarsi e vogliono farlo con l'aiuto di un libro, senza necessariamente doversi iscrivere ad un corso di inglese (che è comunque cosa buona e giusta, anzi ottima e giustissima).

Piccola premessa: un valido aiuto rimangono sempre i video, i miei preferiti in italiano sono quelli di- lo ripeto per la millesima volta- "Yards of Yarn" (a cui sono legata per questioni affettive, visto che li ho utilizzati per imparare io stessa), a cui voglio aggiungere tutta la serie di Emma Fassio per QVC: non amo le inquadrature meno ravvicinate di questi ultimi ma gli argomenti trattati sono davvero tanti e sono pieni di ottimi consigli.

Per quanto riguarda i libri, sicuramente il manuale da me preferito è "Lavorare a maglia per negati", di Pam Allen, Shannon Okley e Tracy Barr, per cui comincio proprio da qui.

Pam Allen è lei... Cioè non lei la modella (o forse si, non ho idea della sua faccia),
 ma lei la designer diquesto capo meraviglioso), tanto per capirci.
Sarà perché è la traduzione di un libro in inglese, sarà perchè sono bravissime le autrici, insomma il libro è ottimo davvero.

Punti forti di questo manuale: illustrazioni chiare, argomenti affrontati con gradualità e ben spiegati.
Io l'ho comprato un anno fa, come eventuale supporto ai miei corsi, ma non mi vergogno ad ammettere che ho tratto io stessa vantaggio: ho chiarito alcuni dubbi e ho avuto conferma su cose che avevo imparato da sola con l'esperienza, sicuramente se lo avessi comprato nel 2007 mi sarei risparmiata tanta fatica.

 Il libro è suddiviso il sei sezioni: la prima è di preparazione, si parla delle solite cose che si dovrebbero capire prima di prendere i ferri in mano: attrezzatura, filati, come si leggono istruzioni e diagrammi (anche se dei diagrammi si parlerà in modo più approfondito nella terza sezione), introduzione del concetto di tensione e campione.
La seconda sezione si intitola "L'ABC della maglia", prendetela in parola.
Nella terza e nella quarta il gioco si fa duro: righe e giochi di colore, intrecci vari e trafori e un percorso passo passo che vi guiderà nella creazione di un maglione.
La quinta e la sesta sono caratterizzate da una serie di proposte di progetti, suggerimenti su dove reperire materiale online e un interessante capitolo su come rilassare muscoli del collo e dei polsi, quelli che tanto stressiamo durante le ore e ore di sferruzzo selvaggio.

A mio parere, ad oggi, è il miglior supporto per un'aspirante knitter provetta in lingua italiana.
Chiaro che se c'è da approfondire un argomento ben preciso potrebbe esserci di meglio (dico potrebbe perchè ciò è vero solo per alcune tematiche, altre sono affrontate egregiamente già in questo libro), ma come compendio sulle tecniche, da portar sempre in borsa e da consultare al volo, non ci sono paragoni, al momento.
Io l'ho trovato su Amazon, dove ora non è disponibile, ad un prezzo sicuramente abbordabile ma che non ricordo con precisione, di certo lo potete trovare anche nelle librerie della vostra città.
Se prima di acquistarlo volete sentire un'altra campana, vi rimando a un ulteriore recensione, avvistata nella blogsfera, quella di Anna Tecchiati di "Sferruzzando qua e là" (che ogni tanto so che passa, quindi "CIAOOO"), il post dedicato a questo libro lo trovare qui; altre millemila recensioni di clienti sulla pagina di Amazon dedicata.

Per il resto: nella foto in alto potete vedere, oltre al libro in questione e al fantastico regalo Ursino di Natale, il mio ultimo avvio: finalmente ho ripreso in mano i ferri, trattasi di berretto in piano, a maglia legaccio in taglia bambino\a indefinita, tendente comunque al neonato-1-2-3 anni (quanta precisione).
Sto usando una lana merino, "Regina" di Filatura Bracco e ve ne parlerò appena finito di testarlo.



Per chi fosse interessata ad avviare qualcosa in tema con la stagione, questo mese su Crowdknitting impazza Giuseppina Flamini con Rarefacta, maglietta estiva realizzata con i filati Rowan distribuiti in Italia da Coats Cucirini, come sempre gratuito fino a fine mese.

Amiche Sferruzzanti, ci si legge presto, forse.

(Libro e filato mi sono stati gentilmente donati dalle banconote presenti, al momento dell'acquisto, nel mio portafoglio).




Miscellanea




(ovvero "cose che mi piacciono edizione primavera estate").


Ciao a tutti.
Periodaccio, oltre ad essere sparita dal web non tocco ferri -letteralmente- da mesi.
Ma voi (e i pattern di ravelry.com), siete sempre nei miei pensieri e volevo farvelo sapere.
Non avendovi nulla nulla da raccontare di mio -perchè davvero non sto lavorando a maglia- si chiacchiera un po' di quello che mi sta piacendo e delle knit-novità dell'italico stivale.
Per prima cosa sono molto orgogliosa di quello che stanno combinando le mie amichette.
Dopo il successo di "April Come she Will" di Annalisa Dione (gratuito per il mese passato, ma per chi se lo fosse perso è disponibile in vendita qua), questo è il mese di Giuseppina, che zitta zitta ha piazzato il suo "Majolika" nella top di Rav, così, tanto per gradire.
Io so da tempo quanto le mie "Compagne di Merende" siano talentuose, ma vedere che il loro lavoro sta riscuotendo l'interesse che merita mi riempe di orgoglio e piacere.
Il "Majolika" di Giuseppina è disponibile su Crowdknitting gratuitamente per questo mese, accatatevillo.

Giuseppina e un gatto.

Un Gatto e Annalisa detta l'Orsa.
L'Orso di Ilaria (Ilaria ma non è ora di fare un Gatto?).
La terza compagna di merende è invece Ilaria, che, sempre zitta zitta, si sta costruendo una carriera da Pupazzara coi contro fiocchi.
E un passo alla volta, dopo il suo libro, arriva anche Simply Crochet, giornale inglese che si è accorto del suo talento e si sta avvalendo della sua collaborazione.
Insomma... ne vedremo delle belle.

Che altro ho visto di interessante in questi giorni?
Su ravelry -eheheh- ecco i modelli che hanno catturato la mia attenzione, ci sono sia uscite recenti, sia modelli vecchiotti che io avevo inserito nei preferiti.
Così, se i ferri vi prudono e avete voglia di avviare qualcosa, ecco una carrellata di spunti.
E' tutta roba abbastanza primaverile-estiva, in linea con i momenti "non è fame, ma ho voglia di qualcosa di buono" (cioè quando avete 15 wip ma volete avviare altro), di questa stagione.
Funziona così: scrivo un paio di righe per introdurre il modello e cliccando nella didascalia (dove ho indicato il nome del pattern e la designer) vi ritroverete direttamente nella pagina di rav.



Sole, caldo, le prime giornate all'aria aperta.
fra un po' avrete voglia di mare.
E cosa c'è dentro al mare? Pesci. Eccoveli serviti.
One Fish, Two Fish, Three Fish by Stana D.Sortor


E' sempre un buon momento per avviare uno scialle.
Sempre.
Nardoo by ambah


Dai.
Devo proprio spiegarvela questa camiciola?
Azalea by Pam Allen


Un'idea raffinatissima per le più piccine.
Little Anemone by Svetlana Volkova


Il maglioncino in lino è lui, con tutto il traforino secsi sul davanti.
Larimar by schneckenstrick


La canottina in lino invece è lei, bella lineare che sta bene a tutte, magari aggiungendo qualche modifica per le portatrici sane di "curve pericolose".
Kit Camisole by Bristol Ivy


E abbiamo anche il gilet in lino, l'ho immaginato nero, abbinato a chinois, sempre neri, per la sera, con un bel top bianco e dei sandali bassi in pelle.
E poi è mare, vacanze, approcci con sconosciuti e nottate pazze.
Sto vedendo troppi film, eh?
Take Me To Spain by DROPS design



Questo non è un pattern, bensì una rielaborazione di una bravissima raveler/designer che si chiama Hiroko Fukatsu che ha trasformato una canottina di Cecily Glowik MacDonald, Nyanen Tee, in un coprispalle spaziale. 
Non c'è modello ma le più scaltre potrebbero prendere ispirazione per copiare la sua idea, viene voglia di farlo anche a me.
Roko's Nyanem


Sento voci in testa e dicono "Tu hai bisogno di un cardiganino in cotone e questo è il modello giusto", io lo farei scegliendo uno dei colori polverosi del Cotone Bio della Sesia (non ho trovato una foto della cartella colori online, mannaggia alla Sesia... SESIAAA... dove sono le cartelle colori?)

Effervescence Cardigan by Olga Buraya-Kefelian


Ecco, per ora spunti ne avete, ma non temete, tornerò a tormentare la vostra queque.
Ci si rilegge presto!

P.S. Ho dimenticato di ringraziare Anna per il test dello scialle "S. N.", mi perdonerai mai???? :)

Nuovo modello, S. N. #1






Oggi è uscito un mio modello su Crowdknitting e, siccome non ho voglia ...ehm... Trovo l'ispirazione per scrivere una presentazione adeguata, sperimenterò uno stile nuovo di scrittura, l'ho chiamato "Elegantissima dettatura di telegramma minimal".
Ecco a voi la mia opera di letteratura moderna, oserei definirla quasi poesia...

Comunicazione di servizio: ristrutturazione blog!




Hola!

Sto -mooolto lentamente- ristrutturando un po' il blog, sentivo l'esigenza di fare spazio virtuale e organizzarlo meglio, soprattutto ora che sono più presente (disse colei che è reduce da una latitanza di mesi).

Ciao sono Giuseppe, ho curato io la parte fotografica di questo post...